Il Giardino delle 8 Direzioni organizza

LA CELEBRAZIONE DI BELTANE ED ESPERIENZE SCIAMANICHE 

 con Adriano Pittin, Margherita Rojatti e Achille Erba

SABATO 4 MAGGIO 2019 dalle ore 16.00 alle ore 19.30...

...e poi a seguire con la convivialità. 

A BEVAZZANA DI LATISANA, AL B&B CASA VOLTON, in via Volton 13, poco prima di Lignano, lungo il Fiume Tagliamento.

beltane

 
Laddove il Grande Fiume si prepara all'abbraccio con il Mare celebriamo, danziamo e onoriamo la Festa di Beltane, momento archetipico dell'anno in cui si celebrano le Nozze tra Femminile e Maschile. E questo avviene in tutti i livelli dell'esistenza; da quello naturale a quello umano, e da quello cosmico a quello spirituale.
 
Beltane o Beltaine (dal gaelico irlandese Bealtaine o dal gaelico scozzese Bealltuinn; entrambi dall'antico irlandese Beletene, "fuoco luminoso") è un'antica festa pagana gaelica che si celebra attorno al 1º maggio.
Fonti gaeliche del X secolo affermano che i druidi accendevano dei falò sulla cima dei colli e che vi conducevano attraverso il bestiame del villaggio per purificarlo ed in segno di buon augurio.
Nel Druidismo, Beltane indica una delle otto festività legate al ciclo delle stagioni. Nella Wicca Beltane o Beltaine indica uno degli otto sabbat, celebrato il 1º maggio. Anche se la festività riprende alcuni aspetti della festa gaelica (come i falò), è anche legata alla celebrazione germanica di Calendimaggio, sia per il significato di festa della fertilità che per i rituali (come la danza attorno a un palo ornato di fiori e stringhe, di cui ogni danzatore tiene un'estremità). Beltaine è celebrato con una rappresentazione rituale del rapporto fra il Dio e la Dea.
 
beltane2
 
Il programma dell'incontro prevede:
Cerimonia di Beltane.
Viaggio sciamanico con l'ausilio di percussioni tradizionali, alla ricerca del proprio Spirito Guida.
Offerte a Madre Terra e a Padre Cielo.
L' oracolo dei Tarocchi, dono di un arcano maggiore a ciascuno/a.
Meditazione di piena coscienza.
Rito andino di connessione con il cosmo delle energie viventi.
 
 
Per la partecipazione è richiesta la quota di 10 euro (iscrizione al Giardino delle 8 Direzioni) e un'offerta libera. Ognuno/a è invitato a portare
piccoli doni (fiori, dolci, pietre...) per il dono collettivo alla Madre Terra e cibi e bevande da condividere con gli altri durante la cena comunitaria che seguirà la cerimonia.
Informazioni ed iscrizioni. Cell. 328.2187931 (Adriano), anche sms o mail ad aloha-rasta@libero.it. Per il solo giorno del rito e per chiedere informazioni sul luogo: Cell. 347.0164607.

 


 

SCIAMANISMO, MEDITAZIONE E BENESSERE. PRATICHE DI BUONA VITA.

Prossimo corso di Adriano Pittin all'Università delle LiberEtà di Udine.

Titolo: Meditazione e benessere. Pratiche di buona vita.

Corso breve di 4 lezioni

GIORNO E ORA: Mercoledì 20.30 – 22.00

Data di inizio del corso: Mercoledì 27 marzo 2019

pittin-corso

 
Programma 
 
L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) definisce la salute come "stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia". La salute olistica richiede approcci adeguati, diversi e creativi. L'obiettivo è il benessere emozionale, fisico, mentale e spirituale. In altre parole armonizziamo tutte le direzioni della Ruota della Vita.
Le pratiche proposte negli incontri sono  la meditazione, il viaggio sciamanico, lo yoga nidra, tecniche psicoenergetiche (della tradizione andina), canti e mantra (delle tradizioni afro-americane e tibetana),alcuni aspetti dell'arte dell'agguato dello sciamanismo urbano e l'approccio dello sciamanismo hawaiano...il tutto nella filosofia del Giardino delle 8 Direzioni. Aloha!
 
Conduttore: Adriano Pittin, antropologo; counselor; educatore transculturale, filosofo, master reiki, esperto di psicologia sociale e pubbliche relazioni. Studioso, praticante e insegnante di libere vie spirituali e transpersonali che valorizzano gli aspetti luminosi delle principali tradizioni mistiche del nostro pianeta, in una prospettiva di una ecologia spirituale che unifichi i popoli della Terra nella visione dell'Arcobaleno Rotante della Pace.
 
Informazioni ed iscrizioni: Università delle LiberEtà. Via Napoli 4, Udine. Telefono: 0432-297909, sito internet www.libereta-fvg.it, E-mail: libereta@libereta-fvg.it.
 


Il Giardino delle 8 Direzioni organizza

LA CELEBRAZIONE DI OSTARA ED ESPERIENZE SCIAMANICHE (Equinozio di Primavera) 

con Adriano Pittin, Margherita Rojatti e Tania Prataviera

SABATO 23 marzo 2019 dalle ore 16.00 alle ore 19.30

A UDINE in Via Brigata Re, 29 (ex caserma Osoppo). Stanza del 1° Piano.

ostara

 
Il programma dell'incontro prevede:
Cerimonia di Ostara.
Viaggio sciamanico alla ricerca del proprio Spirito Guida, con l'ausilio di percussioni tradizionali.
Offerte a Madre Terra e a Padre Cielo.
Dono di un Arcano Maggiore dei Tarocchi a ciascuno/a per la primavera.
Meditazione di piena coscienza.
 
E' la magia del nuovo inizio dell'Equinozio di Primavera (da equum nocti, uguale alla notte). Siamo al Mattino del Mondo, nella luce crescente.
Nell'equilibrio, nell'armonia di luce e buio, luna e sole, maschile e femminile, ci viene incontro un mondo nuovo, ricco di promesse, di fertilità, di apertura, di possibilità e colori. La Primavera è stagione di espansione, di creatività e di danza della vita.
Tradizionalmente le feste legate all'equinozio celebrano dee fanciulle come Persefone-Kore, dea greca dal duplice volto di fanciulla e regina degli inferi.
Io sono Kore: la giovinezza, l’innocenza, la leggerezza.
Sono la Dea del Fiore, una stagione nella natura e nella vita di ogni donna.
Io ho conosciuto l’oscurità dell’Ade, 
Solo dopo aver varcato la soglia del buio,
traversato il mondo delle ombre, posso risalire alla luce
tenendo fra le mani il sacro melograno,
simbolo dell’eterno ritorno.
Il potere è aprire
la promessa non può mai venire meno
Risveglio tutti i semi dormienti,
L'arcobaleno è il mio simbolo,
 
ostara21
 
E accanto alla Dea Fanciulla, si festeggia il Dio fanciullo, Pan. 
Rappresentazione della natura in tutta la sua forza selvaggia, il Dio Pan è visto come la forza generatrice in forma maschile e viene riconosciuto come padre benefico, colui che fa prosperare.
È il Dio pastore, della campagna, delle selve e dei pascoli, insegna la divinazione ad Apollo.
 
E dunque Ostara, l'Equinozio di Primavera, è anche il momento dell'incontro della Dea e del Dio fanciulli e della loro danza. E' infatti per tutti il momento in cui si esce dall'interiorità del lungo inverno e avviene il primo incontro con l'Altro, con l'avventura e la magia della scoperta di ciò che non è noi, con l'innamoramento e la trasformazione.
E' il primo incrociarsi degli sguardi, il sorriso che scaturisce, la luce di quello che è già un nuovo mondo.
E’ il momento adatto per aprirsi ai sentimenti e viverli nella loro totalità, per rinascere con la Natura e fondersi con la Madre Terra, celebrarla e gioire della Vita che sboccia e si manifesta in tutte le sue forme.
Se vogliamo celebrare l'Equinozio, possiamo farlo con semplici azioni, ricordando che la Primavera ci porta verso il mondo e l'azione concreta in esso. 
 
ostara33
 
Per la partecipazione è richiesta la quota di 10 euro (iscrizione al Giardino delle 8 Direzioni) e un'offerta. Ognuno/a è invitato a portare
piccoli doni (fiori, dolci, pietre...) per il dono collettivo alla Madre Terra.
Informazioni ed iscrizioni. Cell. 328.2187931 (Adriano), anche sms o mail ad aloha-rasta@libero.it. Per approfondimenti www.sciamanesimourbano.it 
 

Il Giardino delle 8 Direzioni organizza

LA CELEBRAZIONE DI IMBOLC (Candelora)

con Adriano Pittin ed Elena Stocco

SABATO 2 FEBBRAIO 2019 dalle ore 16.00 alle ore 19.00

A UDINE in Via Brigata Re, 29 (ex caserma Osoppo). Stanza del 1° Piano.

 
imbolic1
 
 
Imbolc è l'antica festa irlandese del culmine dell'inverno.
Il termine Imbolc significa "in grembo", in riferimento alla gravidanza delle pecore, così come Oimelc sta per "latte ovino", a indicare che in origine si trattava di una festa legata alle pecore da latte. In questo periodo venivano infatti alla luce gli agnellini e le pecore producevano latte. Il latte fresco, il formaggio, il burro e il siero di latte costituivano spesso la differenza tra la vita e la morte per le persone anziane e i bambini, durante il gelo pungente di febbraio. Poiché la festa pagana è sotto gli auspici della dea Brígit, per i Cristiani diventa la ricorrenza di Santa Brigida.
 
imbolic3
 
Fin dai tempi più antichi, con Imbolc (1° febbraio per i Celti) e la Candelora (2 febbraio per i Cristiani) si celebra il ritorno della luce. E’ il momento in cui le forze devono essere purificate e rinnovate. 
 
Le giornate si allungano e, nonostante il freddo perdurante, il ritorno della luce sembra incoraggiare la ripresa della vita, il risveglio, la rinascita. Il timore di un regno infinito di oscurità è superato. Con la natura il movimento dell'energia in questo periodo dell'anno esce dal cuore nel quale aveva trovato rifugio nel momento più buio e inizia a spostarsi verso l'esterno e verso l'alto.
 
Madre Terra, dopo aver inspirato profondamente durante l'autunno e l'inverno, raccogliendo dentro di sè le sue forze, ora inizia ad espirare, veicolando verso l'esterno le sue forze potenti. Ciò è buono anche per noi, è tempo di aprirsi a nuove esperienze, a nuove relazioni.
 
Questo tempo segna il passaggio che vede la ripresa del cammino, della crescita e dell'evoluzione: il seme, addormentato sotto la neve, si risveglia e fa nascere un germoglio che inizia a crescere fino a diventare poi un nuovo albero, portatore di nuova semenza, destinata a moltiplicarsi all'infinito. 
 
Imbolc ci insegna che è tempo di ricordare chi siamo... ed incontrare l'Altro, in tutte le sue forme, anche dentro di noi.
Ma, per far questo dobbiamo liberarci dei costrutti interiori che hanno portato a questo esilio da tutto ciò che danza in bellezza ed armonia. Febbraio è nome di origine latina februarius (mensis)(mese) purificatore. 
 
Ecco che Imbolc insegna che ora è il momento in cui la purificazione ed il rinnovamento delle forze permettono di "vedere" e saper riconoscere ciò che può essere utile per operare le nostre scelte, libere e non condizionate dalla mancata elaborazione dei nostri vissuti e del nostro passato. La Purificazione apre i canali alla percezione di una realtà spirituale che ci appare separata dalla nostra soltanto perchè troppo spesso camminiamo addormentati nella vita.
Il programma dell'incontro prevede: Cerimonia di Imbolc, Rito dell'illuminazione e pratica di purificazione. Le storie di Alce d'Inverno che Spezza la Corteccia e del Cervo Bianco. Viaggio sciamanico con l'ausilio di percussioni tradizionali e ricerca dell'Animale dello Spirito. Meditazione buddhista del tchod. Offerte a Madre Terra e a Padre Cielo. Lettura delle Rune.

La partecipazione è con offerta libera, è richiesta l'iscrizione al Giardino delle 8 Direzioni  (10 euro). Informazioni ed iscrizioni. Cell. 328.2187931 (Adriano), anche sms o mail ad aloha-rasta@libero.it oppure Cell. 3281108289 (Elena).

imbolic4